Venerdì, 18 Ottobre 2013 06:41

Come Spiare Facebook

Dipendente da Facebook?

Sei un dipendente da Facebook senza speranza? Se non lo sei, allora oggigiorno sei in minoranza, o almeno sembrerebbe. Anche molte delle persone che dicono di odiare questo popolare sito di social networking si ritrovano ad utilizzarlo, in un modo o nell'altro, ed è molto difficile da evitare. Facebook è diventata non solo la piattaforma di social networking più utilizzata al mondo (con un numero sorprendente di iscritti di oltre 1 miliardo di persone), ma è anche uno strumento sempre più importante per le imprese e per le altre organizzazioni che lo usano per raggiungere il più ampio pubblico possibile.

Dall'introduzione di Facebook nel 2004 dell’ormai famigerato co-creatore, Mark Zuckerberg, la rete è diventata una presenza pervasiva nella vita di quasi tutte le persone che possiedono un qualsiasi tipo di computer, smartphone o altro dispositivo capace di comunicare online. Facebook è ad oggi il metodo di scelta per tenersi al passo con la famiglia, gli amici ed i colleghi, nonchè per la condivisione di foto, video e altri contenuti multimediali con il resto del mondo.

Troppe cose buone?

Anche se risulta tanto utile come rete intelligente ed in continua evoluzione, ci sono persone che mettono in dubbio il suo impatto benefico. Recenti rivelazioni sulla raccolta delle informazioni da parte del governo degli Stati Uniti e di altri enti hanno sollevato seri dubbi sulla violazione della privacy e sull'uso delle informazioni personali raccolte da Facebook e da altri social network. Per alcuni, Facebook è il Grande Fratello in persona, e sono presenti inquietanti somiglianze con la rete globale immaginata da George Orwell nel suo celebre romanzo, 1984. Il libro predice un tetro futuro distopico in cui il Grande Fratello (un sistema di comunicazione interattivo non così diverso da Facebook o da Internet in generale) controlla la vita di tutti entro la sua portata.

Probabilmente, alcuni di queste preoccupazioni sono esagerate, ma resta il fatto che Facebook e gli altri social networking in generale sono diventati una presenza molto pervasiva nella vita di milioni di persone in tutto il mondo, inoltre, con l'avvento di nuovi spinoff come Facebook Messenger, la comunicazione del mondo e l'accesso alle informazioni è sempre più influenzata da una manciata di quasi-monopoli come Facebook, Google e pochi altri.

Drogati di Facebook

Non è difficile trovare quelli che ammettono liberamente di avere una malsana dipendenza da Facebook, Facebook Messenger o da altri social network e dalle altre applicazioni di chat online. Molti adulti hanno poca resistenza al fascino di tali tecnologie, e i ragazzi che sono cresciuti in un mondo in cui i social media sono un dato di fatto, sono spesso coloro che li usano maggiormente. Tale dato di fatto è anche fonte di preoccupazione per molti genitori e soprattutto per una serie di ragioni.

Da un lato, esiste il possibile impatto negativo sullo sviluppo di un bambino che passa una quantità di tempo chiacchierando con i suoi amici su Facebook Messenger, quando invece dovrebbe studiare o semplicemente interagire con il mondo fatto di cose e persone reali. Milioni di ragazzi sembrano preferire sfuggire nel mondo virtuale piuttosto che giocare all'aperto, leggere libri o impegnarsi in altre attività che rendono la loro educazione sana ed equilibrata.

Un altro pericolo è la maggiore incidenza di bullismo online da parte dei compagni e, peggio ancora, dall'uso di chat e applicazioni sms da parte di coloro che vorrebbero approfittare di bambini innocenti come i pedofili ed altri individui malati di mente.

Strumenti per monitorare le abitudini online dei figli

addictedtofacebook2

Sempre più genitori hanno deciso di avvalersi di applicazioni spia per smartphone, come Mspy, per tenere traccia dei loro figli e della loro attività online. Tali applicazioni forniscono genitori uno strumento per garantire che i loro figli non sprechino troppo tempo a chattare online o ad avere un comportamento pericoloso, come ad esempio parlare con sconosciuti o interagire con cattive compagnie tra i loro coetanei. Applicazioni come Mspy sono facili da installare e da utilizzare, e sono totalmente non rilevabili.

In questi tempi moderni, i genitori hanno bisogno di tutti i mezzi a disposizione per assicurarsi che i loro figli siano al sicuro e protetti in modo da crescere come adulti equilibrati. Ora, se anche noi adulti potremmo svezzare noi stessi dalle nostre dipendenze di Facebook...

Ultima modifica il Domenica, 12 Ottobre 2014 18:08