Lunedì, 23 Dicembre 2013 18:55

Prevenzione del Cyberbullismo

Cyberbullismo: Online e Vulnerabile

kidCon tutti i vantaggi di interconnettività odierni, alcuni pericoli si verificano ugualmente. Viviamo in un mondo fatto di comunicazione istantanea e l'accesso ad Internet a notizie (soprattutto cattive), viaggiano estremamente veloci e spesso si diffondono in lungo e in largo prima di essere controllate. Per i bambini e i ragazzi, questa immediata e pervasiva accessibilità può causare però seri problemi. I bambini sono capaci di istigare indiscrezioni e minacce che possono portare i loro coetanei ad uno stato di completa disperazione.

Abbiamo letto tutti le notizie su bambini vittime di bullismo, e troppo spesso portano via le vite dei bambini stessi. Piuttosto che essere qualche episodio isolato in qualche paese, il cyberbullismo sembra essere diventato una vera epidemia, con un aumento di casi in tutto il mondo. Alcuni studi infatti hanno rilevato che oltre il 40% dei ragazzi hanno sperimentato una forma di cyberbullismo, e uno su quattro ragazzi ha riferito che a loro è successo più di una volta.

Le Tragiche Conseguenze

Sono dati allarmanti, dato che il bullismo può realmente uccidere. Gli adolescenti sono emotivi, e spesso trovano difficile l’impatto con un dilemma sociale così negativo e faticano a vederne una via d'uscita. Molti infatti hanno paura di denunciare episodi di bullismo ai loro genitori o alle autorità scolastiche, perché temono ulteriori ripercussioni da parte dei bulli che li tormentano. Tali situazioni possono rapidamente degenerare in un momento di disperazione in cui l'adolescente si sente in trappola e senza via d'uscita.

E' proprio questo genere di sentimenti purtroppo che ha spinto molti ragazzi in diversi paesi di tutto il mondo a mettere fine alla loro vita. E molte volte, sia i genitori che gli insegnanti non avevano idea di cosa non andasse. Questi incidenti si verificano in tutti gli strati della società, ricchezza o povertà sembrano avere infatti poca attinenza con l’interessato. Oggigiorno, quasi tutti i bambini, ricchi o poveri, possiedono uno smartphone o un tablet, ed il social networking è uno dei principali strumenti utilizzati per rimanere in contatto e condividere le informazioni.

arrowI pericoli della comunicazione istantanea

Il vecchio adagio "le cattive notizie viaggiano veloci" è particolarmente applicabile nell'era dell’informatica. E le cattive notizie non viaggiano solo veloce, ma possono diffondersi in lungo e in largo in un tempo molto breve. Uno dei pericoli del cyberbullismo è che le indiscrezioni, con informazioni imbarazzanti oppure foto o video compromettenti, possono essere diffusi con estrema rapidità ad un pubblico molto vasto.

Questo aspetto "istantaneo" del web è parte di ciò che può generare un bullismo così minaccioso. Non si tratta più di bullismo contenuto in pettegolezzi ed indiscrezioni diffuse tra alcuni coetanei, ma il cyberbullismo può coinvolgere centinaia o addirittura migliaia di testimoni o partecipanti. A volte è difficile da capire per noi che siamo cresciuti nell'era antecedente ai social networking, ma è diventato così diffuso e con una potenziale portata che il tutto può accadere online nel giro di poche ore o addirittura minuti.

arrowTecniche di cyberbullismo

Il cyberbullismo può assumere diverse forme. Spesso può trattarsi di sole indiscrezioni diffuse su Facebook, ma esistono alcune tattiche subdole e sofisticate in questi tempi moderni. I genitori devono essere consapevoli che i ragazzi esperti di tecnologie che vogliono tormentare i coetanei, hanno a loro disposizione una vasta scelta di metodi per farlo. Questi sono solo alcuni degli spaventosi metodi moderni che i bulli adoperano per intimidire e torturare le loro vittime:

1) Ratting

Il Ratting comporta l'installazione di un’applicazione dannosa nel computer di un soggetto che consente ad un hacker di spiare una vittima attraverso la webcam del computer. Le immagini o i video catturati di nascosto, possono poi essere utilizzati per mettere in imbarazzo o ricattare un adolescente inconsapevole. Agli occhi dei genitori, queste possono sembrare tecniche di hacking avanzate, ma in realtà molti ragazzi possiedono le competenze necessarie per realizzare questi tipi di attacchi sulla privacy altrui.

2) Falsi Profili

E' relativamente facile creare un profilo social media falso. Basta soltanto un nome ed una foto con cui creare un profilo social media come quelli di Facebook o Twitter. Un bullo, fingendosi un'altra persona può creare un falso profilo progettato per ridicolizzare o per mettere in imbarazzo una persona ed ingannare gli altri a pensare che il profilo sia stato effettivamente creato dalla vittima.

3) Pile-Ons Digitali

Un pile-on digitale, è semplicemente un gruppo di persone su una piattaforma social networking come Facebook che si sono coalizzate per fare meschini commenti su una persona. Un individuo inizia questa procedura e poi gli altri intervengono fino a far degenerare la situazione. Questa è una delle forme più comuni di cyberbullismo.


arrowCosa possono fare i genitori per proteggere i loro figli contro il cyberbullismo?


Le tattiche sopra citate, sono solo alcuni esempi dei metodi che i bambini possono utilizzare su Internet per rendere un inferno la vita di un altro ragazzo. I genitori devono prima essere consapevoli di quanto sia diventato diffuso e potente il bullismo. Non si tratta di un fenomeno isolato, bensì è una realtà quotidiana per la maggior parte degli adolescenti. Anche se non sono istigatori o vittime stesse, è molto probabile che siano a conoscenza di altri che sono coinvolti in questo tipo di comportamento, sia per chi lo riceve che per chi lo commette.

Genitori e figli devono essere entrambi preparati sui pericoli del bullismo e dei mezzi di lotta per contrastarlo. Molte scuole offrono oggi dei seminari sul tema, ed i genitori dovrebbero fare uno sforzo per parteciparvi, o almeno trascorrere qualche ora indagando per conto loro su come affrontare e prevenire gli attacchi di cyberbullismo contro i loro stessi figli.

arrowDiscutere l’argomento con i vostri figli

E' importante che i vostri figli sappiano che siete consapevoli del potenziale del cyberbullismo e che siete lì per aiutarli contro tali attacchi. Fate anche sapere ai vostri figli che non saranno puniti se vi informeranno di tali attacchi, anche se le informazioni sono imbarazzanti o contengono dettagli intimi della loro vita sociale e privata. Fate sapere loro che siete lì per sostenerli, e non importa quanto brutte le cose possano sembrare.

Gestire le attività online dei vostri figli

Parent and KidAssicuratevi di avere il controllo sulle attività online dei vostri figli ed essere sicuri di monitorarli attentamente durante le loro interazioni. Dovreste essere gli amministratori del loro smartphone, tablet, computer portatili e PC e fare in modo di conoscere la loro password di accesso ai siti di social networking.

Avete il diritto e la responsabilità di gestire e monitorare il comportamento online di vostro figlio. Il livello di fiducia e l’autonomia di vostro figlio deve essere guadagnato, non c'è bisogno di ficcare il naso in ogni angolo della loro attività online, ma è importante avere un quadro chiaro del loro comportamento generale ed una buona idea di chi interagisce con loro.

Usare un’applicazione di monitoraggio per proteggere vostro figlio

Uno dei metodi più efficaci per monitorare l'attività online di vostro figlio, è quello di installare un software di monitoraggio per smartphone a volte chiamate "applicazioni spia per telefono". Queste applicazioni spyware per cellulari, consentono di visualizzare tutto ciò che avviene sul telefono o sul tablet di destinazione, inclusa la posizione GPS. Tali applicazioni spia per telefoni, sono strumenti molto utili per tenere d’occhio ciò che vostro figlio condivide, con chi sta parlando e dove sta passando il suo tempo.

Queste applicazioni sono facili da installare e da utilizzare, e sono completamente impercettibili da parte dell'utente del telefono. Pertanto, spetta al genitore far sapere o meno al proprio figlio di essere monitorato. Queste applicazioni spia per cellulari stanno diventando molto popolari tra i genitori preoccupati per il bullismo, così come per molte altre potenziali minacce a cui i loro figli sono esposti online.